Gli intrighi del Ghione


-----Messaggio originale-----Da: Sergio Ghione

caro ghiro

continuo a leggere con stupore e mestizia i queruli interventi di malcelata adulazione che il frezza continua a rivolgere al Presidente, mentre io che Gli sono amico ho ricevuto appena un cenno della Sua benevolenza! La cosa - non ti nego - mi rattrista ma non mi impedirÓ di perseverare sulla mia strada. Il frezza che - mi sembra di capire - mi chiama il cameramen (confondendo il plurale con il singolare) ha finalmente gettato la maschera e tradito il suo vero obiettivo: forte di quel premio pacciani di cui immeritatamente si fregia, aspira ora ad accedere alla nomina di ramaiolo! Bene hai fatto, ghiro, a trattarlo con la necessaria freddezza (certamente ispirata dal Presidente!). Benissimo hai fatto a non disturbare il Presidente nei Suoi Pensieri Profondi.

Diffida, diffida, diffida ! L'Accademia dei Tegami ha bisogno di persone senza secondi fini, che non seminino in ogni luogo zizzania, come (Ŕ un'idea del tutto improvvisa che mi Ŕ venuta proprio in questo momento) potrei essere io! Qualora il Presidente nella Sua Infinita Saggezza volesse benevolmente considerare questa mia umile candidatura non potrei esserne che felicissimo

sg

(PS: in questo dialogo a tre, tra il frezza, me e te [oltre naturalmente il Presidente] mancano le voci di altri. Che siano intimoriti di qualche alzata di sopracciglio da parte del nostro amato Presidente?)